LA TEORIA DELLO SPIEDINO

Lo spiedino seppur semplice nella sua essenza rappresenta per un “grigliatore” una sfida abbastanza ardua.
Se ci soffermiamo ad analizzarlo potremo capire il perché.
Lo spiedino può essere fatto in tutti modi possibili, ma la sua essenza rimarrà sempre la possibilità di poter abbinare carni diverse tra loro. Proprio per questo, le diverse carni unite assieme avendo differenti punti di cottura devono essere trattate separatamente ma allo stesso tempo assieme. Il segreto è quello di organizzare la brace in modo tale da poter avere differenti punti di cottura con differenti temperature. in questo modo carni come pollo, manzo, salsiccia, wustel potranno essere cotte con il giusto apporto calorifero senza incorrere nel rischio di presentare uno spiedino con punti troppo cotti ed altri crudi.

Annunci

One thought on “LA TEORIA DELLO SPIEDINO”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...