FERRARA

Nei giorni di festa si sa ,si arriva ad un certo punto in cui si inizia, almeno personalmente parlando, a soffrire di una certa sindrome del recluso, che spinge ad uscire e girare girare e girare. 

Non avendo il tempo per percorrere lunghe distanze ma dovendo soddisfare questa mia psicosi del non stare mai in casa per più di due ore, io e la mia barba abbiamo optato per un bel giretto a Ferrara. 

Premetto che quando devo recarmi da qualche parte, se posso lo faccio per le così dette “strade basse” e non usando la ovvia via autostradale che si taglia il tempo ma anche gli splendidi scorci che spesso adornano le limitrofe zone di casa nostra. Imboccata la strada per Ferrara si incrociano pesini stupendi ed anche un po’ malinconici affacciati sul Reno come Malabergo, senza parlare delle splendide è sempre malinconiche distese di pianura che in periodi come questi si coprono verso le 17:30 di quella nebbiolina tanto amata da noi emiliani. 

Ferrara si presenta come uno scrigno, dalla periferia monotona ma dal cuore sorprendentemente bello. Il centro storico mi ha lasciato piacevolmente sorpreso, con vie strette ma ben illuminate e molti negozi su cui affacciarsi e perché no curiosare. Non lasciatevi sfuggire il duomo ed il castello nonché i mercatini che si concentrano nella piazza principale. 

Se abitate discretamente vicino nel giro di tre orette avrete fatto una bella passeggiata ed alleggerito un po l’apporto calorico festivo. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...